Il NOSTRO BATTITO

Sii il personaggio del nostro racconto…

Storia di una Quercia e della sua Chiesa

Lascia che il tuo sguardo curioso si posi su una quercia ed una chiesa …

La prima, maestosa e accogliente, la seconda, invece, riservata. Dedicata a Santa Maria D’Aragona, la chiesa fu presumibilmente costruita intorno al XII secolo ed ha attraversato diverse fasi di ristrutturazione. Entra al suo interno e concediti qualche minuto per apprezzare la bellezza della semplicità che la caratterizza. Una volta uscito, procedi in direzione della quercia e riempi pure di acqua fresca la tua borraccia nella fontanella ai piedi della pianta secolare.
Da qui il tuo sguardo potrà posarsi sul paese di Arsita. Incantevole soprattutto al tramonto quando giochi di luce e ombre ti circondano e il rumore della natura che ti avvolge.

Santa maria arsita

Il Diamante incastonato nel Bosco la Falesia di Pietrarotonda

Le leggende di questa terra ti accompagneranno…

La falesia di Pietrarotonda è il perfetto premio per una camminata che parte da quota 900 metri, presso l’ex agriturismo “Scaricasale”, a circa 15 minuti dal borgo di Arsita, e raggiunge i 1060. Una volta arrivato, prendi l’attrezzatura e prova ad arrampicarti su questo enorme masso grigio di circa 30 metri! Rimani concentrato e goditi la fatica. Per giungere fin qui hai camminato tra i faggi per circa un ora, tra le antiche vie dei briganti e dei carbonai, vie che brulicano di storie.

La fonte San Giovanni, che incontrerai a circa metà percorso effettuando una piccola deviazione a sinistra, vede le sue acque scorrere soltanto in alcuni periodi dell’anno, in particolare attorno al 24 Giugno il giorno dedicato all’omonimo Santo. In questo giorno unisciti e festeggia con noi il rito di “cummar a fjiur”, sentiti libero di concederti il tempo che meriti ascoltando leggende sulle acque curative della fonte. I Monti Coppe e Tremoggia sono lì a guardarti.

viviarsita

Camminando in Transumanza

Antichi pastori hanno segnato la via, ti basta solo seguirla…

Gli antichi pastori del neolitico hanno creato cammini rispettando la natura. Hanno studiato percorsi sicuri e con acqua in abbondanza per le proprie pecore. Anche tu potrai procedere a ritmo di questa danza che tra un tornante e l’altro alterna momenti di ombra ad altri di sole intenso.
Guardati intorno, in questo cammino di circa 4 ore, e cerca tra gli alberi i camosci, incontrarli non è difficile. Potrai vederli correre totalmente a proprio agio nella natura. Una volta in cima sarai accolto da un piccolo rifugio in pietra di guardia sull’ampia veduta. Sei arrivato fin qui in compagnia di pecore e pastori che, con la loro rinomata generosità, ti avranno fatto assaporare prodotti locali dal gusto indimenticabile. Adesso puoi decidere se proseguire e raggiungere le vette dei Monti Siella, Coppe e Tremoggia, oppure scegliere di divertirti ad osservare la “Coccia del Tedesco” o “Il Dente del Lupo” cercando di capire il perché dei nomi di queste stravaganti rocce.

PRENOTA QUI! 

LA TRANSUMANZA VERTICALE ARSITANA 2022

 

PRENOTA QUI LA PRIMA EDIZIONE DELLA CORSA DEL TRANSUMANTE!

INFO SULLA CORSA

transumanza abruzzo arsita

Il Sentiero dei Mulini e il Mulino Di Francesco

Fai un bel respiro e immergiti 

Un sentiero che collega tre mulini, di cui quello di San Francesco, ancora perfettamente funzionante ed alimentato dalle acque del torrente Cerchiola, affluente del Fino. Fai un bel respiro ed immergiti nella natura scendendo fino a quando il fiume non deciderà di sceglierti come suo compagno di viaggio. Incontrerai in sequenza il mulino Trignani e poi il Trosini e potrai cogliere l’occasione per fermarti e rilassarti. Prosegui e lascia che il fiume ti mostri alcuni “laghetti” nei quali i viaggiatori decidono di bagnarsi nei mesi caldi. Prima di arrivare alla fine di questo percorso, di quasi 6 km, rallenta il passo ed ascolta i ricordi legati alla fonte d’acqua salata che sgorgava tra queste terre. Stai camminando da un paio di ore e sei finalmente arrivato a quella che è la tappa finale di questo percorso, ossia il Mulino Di Francesco. Quando possibile, entra pure al suo interno e proiettati indietro ai tempi della trebbiatura.

mulino san francesco arsita abruzzo

Il Paese di Valfino al Canto

Tra arte, musica e teatro la parte più bella di te esce fuori…

Laboratori pomeridiani di musica, teatro e danza ed un’esplosione di balli e canti in serata. Valfino al Canto, l’abito più colorato che Arsita sfoggia, è un’evento che ha luogo nei giorni 9-10-11 Agosto. Procedi pure all’interno del borgo mescolandoti tra persone uniche e accoglienti, tutti guidati da un’irresistibile voglia di essere sé stessi. Sei all’interno di un viaggio dove puoi essere finalmente sentirti libero.

Visita il sito

arsita eventi

vuoi scoprire i meravigliosi percorsi di Arsita?

EnglishItalian